Az. Agr. Fasciani – Molina Aterno (AQ)

Dal comignolo si approda ai porti di tutto il mondo: quando il tartufo gonfia le vele. Quando dici mollo tutto e ritorno alla natura chissà se immagini una scelta così radicale, coraggiosa, avvincente. Svetlana dalla lontana Siberia dove è nata, arriva all’università di Mosca, dove ha studiato e poi ha lavorato come ingegnere ambientale, così […]

Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0
DSC_6572.jpg

Dal comignolo si approda ai porti di tutto il mondo: quando il tartufo gonfia le vele. Quando dici mollo tutto e ritorno alla natura chissà se immagini una scelta così radicale, coraggiosa, avvincente. Svetlana dalla lontana Siberia dove è nata, arriva all'università di Mosca, dove ha studiato e poi ha lavorato come ingegnere ambientale, così ha girato tutto il mondo per poi decidere di mettere radici qua, sul pennacchio di Molina Terno, tra il Gran Sasso, il Sirente Velino, la Maiella, e il parco nazionale dell'Abruzzo, dove domina il silenzio e le giornate scorrono lente. Al suo fianco Gianni, anche lui ha mollato tutto per lanciare il tartufo abruzzese in tutto il mondo. E' con ogni probabilità nato proprio qui, in Abruzzo questo frutto della terra sempre più amato e richiesto. Un contratto con le navi da crociera, con L'Aida, per garantire ai suoi passeggeri il tartufo nero d'Abruzzo quello che i cuochi prepareranno a bordo, combinandolo con pesce, carpacci e piatti internazionali.  

Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0