Az. Agr. Vito Pagnotta – Monteverde, Avellino

In un chicco di cereale il crocevia di generazioni: il mugnaio fa largo al birraio e la birra fa rinascere l’impresa Là dove si produceva il grano oggi nasce un’ottima birra artigianale. L’azienda Pagnotta ha puntato sulla ricerca e sulla qualità, trasformando i propri cereali nella materia prima per la produzione artigianale della birra. Si […]

Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0
1.jpg

In un chicco di cereale il crocevia di generazioni: il mugnaio fa largo al birraio e la birra fa rinascere l’impresa Là dove si produceva il grano oggi nasce un’ottima birra artigianale. L’azienda Pagnotta ha puntato sulla ricerca e sulla qualità, trasformando i propri cereali nella materia prima per la produzione artigianale della birra. Si sono affidati ai monaci trappisti del Belgio, noti mastri birrai, per riuscire a produrre la migliore birra che questa terra avrebbe mai potuto partorire. Per chi volesse capire di più di questa travolgente storia è importante sapere che Vito riceve nelle sue mani un testimone da portare alla meta, attraversando un lungo sentiero ad ostacoli, soprattutto tenendo conto del valore di chi lo affida alle sue mani. Tre generazioni, quella del nonno e quella del padre, che hanno vissuto una intera vita tra i chicchi del grano e dei cereali che colorano queste dolci colline. Ma la trasformazione dei cereali in farina, biscotti e pasta non può essere sufficiente a posizionare questa azienda sullo scacchiere di un mercato che vuole sconfinare. Così Vito mette insieme le sue competenze e quelle dell’istituto sperimentale cerealicolo di Foggia, con quelle del Cerb di Perugia per dare vita ad una ricerca finalizzata a creare una inimitabile birra artigianale da quei faticati e storici chicchi. Dalle vette campane ai monasteri belgi, i mastri birrai dicono ‘sì’ alla birra di Monteverde. E’ il primo passo che lo porterà fino in Belgio, tra quelli che in tutto il mondo sono considerati i più validi mastri birrai, i monaci trappisti. A loro è affidato il compito di tirare fuori il meglio che quei chicchi possano esprimere. Dalla vita monastica e dalle alte campagne campane, in stretta connessione con la ricerca e l’innovazione made in Italy, sarà partorita una birra artigianale chiara e un’altra ambrata, orgoglio della tenuta Pagnotta ed eccellenza italiana. C’è solo da aggiungere che in un boccale di birra c’è un’intera filiera: dal chicco alla schiuma pensa a tutto Pagnotta. Sito web: www.serrocroce.it

Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0