Soc. Agr. Vini Bisson – Chiavari, Genova

Bisson, dagli abissi del mare lo spumante e dal sogno la fortuna: la natura fa meraviglie L’azienda Bisson produce vini e spumanti. La particolarità che la colloca tra i finalisti di Oscar Green 2012 sta nell’avere ideato un sistema di ‘cantina naturale’ per lo spumante Abissi, appunto negli abissi marini, riproducendo il clima, la luce, […]

Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0
112.jpg

Bisson, dagli abissi del mare lo spumante e dal sogno la fortuna: la natura fa meraviglie L’azienda Bisson produce vini e spumanti. La particolarità che la colloca tra i finalisti di Oscar Green 2012 sta nell’avere ideato un sistema di ‘cantina naturale’ per lo spumante Abissi, appunto negli abissi marini, riproducendo il clima, la luce, l’umidità e anche il movimento delle bottiglie attraverso le correnti, proprio come avviene nelle migliori cantine di spumante. Ma facciamo un passo indietro. Marta Lugano accoglie e rilancia un’idea di suo padre. Un’idea che parte da un racconto e da un sogno: «Quando ero piccolo – narra a sua figlia – mi trovai a casa di un amico e per la prima volta vidi pestare l’uva con i piedi. Mi feci regalare qualche grappolo per ripetere l’operazione una volta rientrato a casa. Fu la prima volta che assaggiai un succo d’uva. Mia madre si accorse che avevo bevuto quel vino e si inalberò. Sognai che da grande avrei voluto produrlo. Non aveva una cantina ma le correnti avrebbero coccolato le sue bottiglie, così nascono preziose bollicine. Non avevo una cantina - continua il racconto -. Quella difficoltà divenne potenzialità perchè invece che una cantina avevo una passione. Quella del mare. Ricordo che una volta feci un’immersione per esplorare una imbarcazione antica dentro le cui stive fu conservato benissimo, all’interno di alcune anfore, del vino centenario se non millenario. Pensai che lì giù lo stato di conservazione fosse ideale per il vino. Chissà se avrebbe funzionato per lo spumante. Le bottiglie di spumante a differenza del vino vanno girate a mano periodicamente. Pensai che a quello avrebbe provveduto la corrente marina, mentre, il buio degli abissi, l’umidità che li caratterizza, la temperatura ideale avrebbe fatto il resto. Ecco la mia cantina, il profondo del mare». Questo il racconto che ritorna nella mente di Marta e da lì un sogno da realizzare insieme al padre. Ottenute le autorizzazioni, tutte le bottiglie prodotte in quell’annata vengono ingabbiate e inabissate. C’era da sperimentare ma il rischio va preso tutto. Né una sola bottiglia va preservata dall’eventuale fallimento. Dopo dodici mesi il miracolo. Dal fondo del mare vengono sollevate le bottiglie ed è la fortuna di una vita. Uno spumante perfetto ed ogni bottiglia un’opera d’arte, con incrostazioni marine, conchiglie, alghe e tane di pesci che decorano il vetro. E’ nato così lo spumante abissi, ricercato da tutto il mondo. Ogni bottiglia un’opera unica, quando l’ambizione ha a che fare con la bellezza e la qualità. Sito web: www.bissonvini.it

Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0