Az. Agr. Masseria Tinelli – Nunzia Tinelli (BA)

Tra pietre di Trulli e muretti a secco, l'oliva è cosmetica magia

Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0
tinelli01.jpg

Sono un labirinto quei muretti a secco continui, interrotti soltanto dai bianchi trulli di Puglia, che si insinuano fino alla tenuta Tinelli. E all'interno le vedute continuano a sorprendere, come un tuffo nella storia, nel momento in cui si è folgorati dalla monumentale presenza di ulivi secolari che hanno la corteccia dura e la chioma a raggiera, mentre dai rami cade penzoloni qualche targa che ne ricorda l'adozione di affezionati distanti. Da qui partì Nunzia, discendente di questa famiglia di imprenditori agricoli, che subito dopo la laurea voleva riscattarsi dal sud e incamminarsi verso una carriera da professionista. Ma il richiamo di quella terra, l'eco di suo nonno, le maestrie di suo padre, il tepore di quella masseria, l'hanno ricondotta lì dove le radici d'olivo penetrano la terra e attraversano i muretti a secco, forti di una identità millenaria. Tutto avrebbe avuto un senso, tutto avrebbe riacquistato un senso, se su questo universo che travolge Nunzia soffiasse un vento nuovo. Non basta l'olio a tenere in vita gli olivi secolari: qui l'innovazione è balsamo per la tradizione. Cosi l'idea è presto un progetto. Prendere l'essenza dal passato e declinarla in impresa del futuro. E l'essenza non può che risiedere in quelle preziose olive. Così Nunzia, ciotola e paletta alla mano, si fa spazio sui tavolacci di legno di questa austera masseria. La conoscenza degli studi si traduce in un laboratorio dinamico che presto è in grado di partorire cosmetici, creme, balsami, shampi ed altre fragranze capaci di intercettare nicchie di mercato sempre più raffinate ed esigenti. Nel cuore della qualità si tuffa, arricchendo le sue piccole realizzazioni con la manualità artigianale, l'abilità estetica ed il confezionamento personalizzato. Il gioco è fatto: l'azienda muove i primi passi dopo averne compiuti tanti in un passato che non è rimasto alle spalle. Oggi nuove strade si aprono per questo progetto che vuole essere impresa: la sua innovazione è balsamo vitale per una storia millenaria

Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0

Fotogallery